CDC 6035DW Columbus & GNU/Linux (Slackware 10.2)


DATI TECNICI
Sistema operativo Nessuno
Processore tipo INTEL Pentium Mobile Centrino
Modello 725
Frequenza processore 1600
Memoria cache 2 MB
Memoria RAM installata 512
Memoria RAM, massima espandibilità 1024 (/2048?)
Memoria RAM tipo moduli DDR SODIMM 333
Capacità hard disk drive 80 GB  (*)
Tipo drive ottico Mast. DVD int/multistand. (+ e -)
Floppy disk drive non incluso
Tipo schermo matrice attiva TFT
Dimensioni dello schermo 12,1
Risoluzione dello schermo massima 1280 x 800 (*)
Uscita video esterno TV+VGA (*)
Scheda video Intel 855GME integrata (*)
Memoria video (RAM-video) 64
Scheda audio (tipo) VT1612A (*)
Microfono integrato si (*)
Slot PCMCIA (numero e tipo) 1 tipo II (*)
Modem PSTN interno (*)
Velocità di trasmissione del modem 56
Scheda rete (LAN) si, 10/100 Mbps (*)
Tastiera (tipo) Italiana
Dispositivo di puntamento Touch-pad (*)
Batterie (tipo) ioni di litio (L-Ion) 4000mAh
Batterie (autonomia max. Idle Mode) 4,5
Certificazioni di sicurezza e qualità marcatura CE
Dimensioni in cm (LxAxP) 29,2 x 2,5 x 23 cm
Peso 1,9
Frequenza Front Side Bus 400
Numero Slot di memoria presenti 2 complessivi, 1 utilizzato
Numero Hard Disk installati 1
Tipo di Hard Disk Parallel ATA (*)
Velocità Massima Scrittura 4x DVD, 16 CD
Velocità di rotazione Hard Disk
5400 (*)
Velocità Massima Lettura 8x DVD, 24 CD
Lettore/Scrittore memory card Lettore memory card 4 in 1 (*)
Memoria Condivisa Si
Tipo di supporto scritto DVD-R, DVD+R, DVD-RW, DVD+RW, CD-R, CD-RW
Altoparlanti Integrati Si, 4 (*)
Porte I/O (Numero e Tipo) 2 USB 2.0 + 1 nascosta
1 IEEE 1394 Firewire
(*)
1 Line-in Audio
1 VGA D-Sub 15 pin
1 S-Video
1 RJ-11 Modem
1 RJ-45 LAN
1 LineOut Audio
Interfaccia Bluetooth integrata Si (*)
Tipo di Interfaccia Rete WLAN 802.11b/g (*)
Tempo di ricarica -

Descrizione

Il CDC Columbus 6035DW è un piccolo notebook da 12", per intenderci ha lo stesso ingombro di un i-book 12", ma è qualche millimetro piu' largo, sarà perchè monta un monitor 16/10?!
E' distribuito soprattutto da Computer Discount e da Compy (che è comunque Computer Discount) col marchio CDC, in realtà è un clone di altri modelli tra cui l'ASUS M5 e credo derivi dall'UNIWILL 223II, infatti sull'etichetta del mio CDC c'è scritto proprio che si tratta del modello 223II.
E' possibile richiederlo sia col Sistema Operativo che senza, in tal caso si risparmiano tanti bei soldini, col marcho CDC è possibile trovarlo solo con i S.O. Microsoft o completamente privo, ma è piu' difficile, vedi sotto, (mentre comprandolo col marchio Uniwill, non in Italia, è possibile prenderlo con GNU/Linux preinstallato, si tratta di una Fedora Core ma si deve preventivare un costo maggiore di 10$, ma si può anche montare un processore diverso, che va dai Celeron M, fino ai Pentium M a 2.0GHz).
Tempo fa vidi un portatile su http://www.ajepcom.com credo si tratti sempre dello stesso modello, veniva venduto con Linux Mandriva.
Io, potendo scegliere tra Windows e Nulla, ovviamente l'ho preso senza SO:-)
Nella confezione ho trovato il S.W. PowerLink PowerCinema, S.W. basato su Linux, in realtà è una vera e propria distro che funge da media player, infatti si installa in una partizione separata. Appena posso lo provo.
Inoltre ci sono un CD col manuale, due CD con tutti i drivers per Windows, più altri CD, con Nero, PowerDvd e altro S.W. della CyberLynk che non ho provato non avendo installato Windows.
Sempre nella confezione ci sono un alimentatore di dimensioni davvero ridotte, come dovrebbe essere per un notebook così piccolo, e un cavo con connettori RJ-11 per il modem.
Sarebbe stato il caso di allegare un manuale cartaceo, invece sono presenti solo un paio di foglietti inutili e uno riguardante l'estensione della garanzia.


Dove trovarlo

E' un modello poco diffuso, inutile cercarlo nei supermercati, tranne che da Computer Discount o da Compy.
Computer Discount (Napoli) dice che non esiste, soprattutto senza S.O., anzi, dice che è impossibile che CDC, quindi loro stessi, si presti a certi imbrogli vendendo un PC senza SO (ma che signiica?) e comunque difficilmente si riesce ad averlo in quanto, a detta loro, non è più in catalogo, mentre altri centri CD dicono che è possibile averlo comunque, ma con un prezzo completamente fuori mercato 1399¤, mi sembra il classico caso in cui la mano destra non sà che fa la mano sinistra, ma è il prezzo da pagare quando non ci si rivolge a professionisti.
Mentre da Compy è possibile trovare il modello 6032DW ma con l'onnipresente Windows.  Anche secondo loro è un'eresia avere un notebook senza Windows, chissà quando capiranno che computer!=Windows!
Io l'ho trovato nel classico negozio sotto casa.

Difetti

  • La tastiera mostra una lieve flessione durante la digitazione, non è un problema funzionale, ma l'effetto non è bello a vedersi, alcuni tasti sono messi in posizione molto scomoda ad esempio il tasto "Fine", sembra messo lì a caso.
  • La ventola si attiva un po' troppo spesso, anche se il processore non lavora, e quando lavora intensamente il rumore è eccessivo (ma non l'ho confrontato con altri Centrino per vedere se è normale).
  • Anche su questo notebook per chiudere il vano PCMCIA c'è il solito "tappo" di plastica che odio e che perdo dopo 3 giorni, inoltre il tastino di esplusione non è molto preciso e sembra molto delicato, anche il rivestimento interno del vano è delicato, è costituito da un foglio argentato piuttosto sottile, dopo diversi inserimenti ed estrazioni di schede PCMCIA inizia ad accartocciarsi.
  • Se era completamente nero sarebbe stato meglio, tra l'altro il coperchio si graffia facilmente, forse a causa del colore così chiaro.
  • Mi sarei aspettato almeno un paio di pulsanti di scelta rapida, ma sono riuscito a simularli con i tasti di avvio rapido,  per la regolazione del volume audio mi sono servito di XHkeys, ma purtroppo funziona solo in X.

Pregi

  • 36 mesi di garanzia, in un periodo in cui tutti vogliono fare i furbi e ti danno una garanzia di 12 mesi, quando per legge dovrebbero darne almeno 24, è una gran cosa.
  • La struttura è molto solida e resistente, niente cigolii o flessioni del corpo macchina, un po' meno quella del monitor, ma vedo che è sempre così, anche su notebook molto più costosi e di marche blasonate.
  • Il disco da 5400 giri al minuto è velocissimo, intorno ai 30MB/s, le prestazioni sono quasi doppie rispetto al mio vecchio portatile con disco da 4200rpm. (Non credevo di trovare tanta differenza di velocità!)
  • Le casse audio (4)  funzionano e si sentono molto bene (ho messo da parte le casse esterne con subwoofer che usavo col vecchio notebook).
  • Intelligente la trovata di inserire una porta usb sulla parte inferiore nella quale montare un adattatore USB, che tra l'altro con questo modello è di serie.
  • Con GNU/Linux funziona a meraviglia.
  • Di Windows non c'è traccia:-)
  • Il prezzo, sotto i 1000¤ è ottimo.
  • Anche se non è un Sony Vaio o un Mac, fa voltare molta gente, evidentemente pure esteticamente è carino.

GNU/Linux

Testato

Ho scelto di installare Slackware GNU/Linux 10.2 perchè sull'altro portatile mi sono trovato molto bene, e poi la trovo velocissima. Ho usato il kernel di default della serie 2.4 ma che ho aggiornato all'ultima versione. Sto testando il kernel 2.6.
L'installazione è stata immediata, tutte le funzioni essenziali hanno funzionato da subito, anche se alla fine ho dovuto ottimizzare un pò di cose qua e là, come da tradizione su quesa distro.
Ad esempio ho dovuto mettere mano al file xorg.conf per fargli conoscere correttamente scheda video, tastiera italiana e touchpad (è un synaptics, è necessario scaricarsi e installarsi i drvers), in questo modo posso usare lo scroll, anche se il dispositivo fisicamente non possiede nè la rotellina nè i classici pulsati che la simulano, basta scorrere il dito sulla destra del tappeto per far scorrere la pagina.

La scheda audio è stata riconosciuta al volo dopo aver lanciato alsaconf che mi ha aggiunto le seguenti riche in /etc/modules.conf:

# --- BEGIN: Generated by ALSACONF, do not edit. ---
# --- ALSACONF version 1.0.9a ---
alias char-major-116 snd
alias char-major-14 soundcore
alias sound-service-0-0 snd-mixer-oss
alias sound-service-0-1 snd-seq-oss
alias sound-service-0-3 snd-pcm-oss
alias sound-service-0-8 snd-seq-oss
alias sound-service-0-12 snd-pcm-oss
alias snd-card-0 snd-intel8x0
alias sound-slot-0 snd-intel8x0
# --- END: Generated by ALSACONF, do not edit. ---

La scheda LAN è una RealTek perfettamente supportata (modulo: 8139too).

La Wireless è la solita Intel Pro Wireless 2200BG, è supportata, dal kernel>2.6.14 quindi il modulo è nativo nel kernel, per gli altri, comunque >2.6.8 è necessario scaricarsi i drivers, l'ho provata con un kernel 2.6.13 e funziona bene, ovviamente ho dovuto compilare il modulo a parte.
Per chi avesse un kernel più vecchio è possibile usare ndiswrapper, l'ho provata con un 2.4.32 e pare funzionare bene.

Il modem è un SL AMR funzionante a perfezione, è però necessario scaricarsi i drivers compilarli (SUPPORT_ALSA=1, se si vuole il supporto audio) e installarli, poi è possibile usarlo avviando questo script, che ho adattato alle mie esigenze.

/etc/rc.d/rc.slmodemd
#!/bin/sh
#
# rc.slmodemd
#
# Start slmodemd daemon for SmartLink
#

SLMODEMD_DEVICE=/dev/slamr0

slmodemd_start()
{
    if [ -x /usr/sbin/slmodemd ]; then
        echo -n "Starting SmartLink modem daemon: "
        echo "/usr/sbin/slmodemd"
        /sbin/modprobe slamr
        /usr/sbin/slmodemd --country=ITALY $SLMODEMD_DEVICE 1>/dev/null 2>/dev/null &
        mknod -m 600 /dev/slamr0 c 242 0 1>/dev/null 2>/dev/null
        ln -s /dev/ttySL0 /dev/modem     1>/dev/null 2>/dev/null
    fi
}

slmodemd_stop()
{
    echo "Shutting down SmartLink modem daemon"
    killall slmodemd
}

slmodemd_restart()
{
    slmodemd_stop
    sleep 1
    slmodemd_start
}


if [ "$SLMODEMD_DEVICE" ]; then readonly SLMODEMD_DEVICE; fi

if [ -z $SLMODEMD_DEVICE ]; then
    echo "slmodemd: SLMODEMD_DEVICE not set. You can set it in /etc/rc.d/rc.slmodemd file or as environment variable."
    exit 5
fi

case `echo "$SLMODEMD_DEVICE"|cut -c6-10` in
    slamr)
    grep -q 'slamr\..*o' /lib/modules/`uname -r`/modules.dep ||\
    { echo "slmodemd: kernel module slamr.(k)o missing"; exit 1; }
    ;;
    slusb)
    grep -q 'slusb\..*o' /lib/modules/`uname -r`/modules.dep ||\
    { echo "slmodemd: kernel module slusb.(k)o missing"; exit 1; }
    ;;
    *)
    echo "slmodemd: no kernel module for $SLMODEMD_DEVICE - broken config?"
    exit 1
    ;;
esac

case "$1" in
    'start')
    slmodemd_start
    ;;
    'stop')
    slmodemd_stop
    ;;
    'restart')
    slmodemd_restart
    ;;
    *)
    echo "usage $0 start|stop|restart"
esac
 
Nota:
        mknod -m 600 /dev/slamr0 c 242 0 1>/dev/null 2>/dev/null
        ln -s /dev/ttySL0 /dev/modem     1>/dev/null 2>/dev/null
li ho inseriti nel caso usassi un kernel-2.6.* e udev

Ho anche modificato:

/etc/rc.d/rc.M
# Starting slmodem.
if [ -x /etc/rc.d/rc.slmodemd ]; then
        . /etc/rc.d/rc.slmodemd start
fi
per avviare il demone all'avvio del sistema.

Il lettore memory card 4 in 1 è funzionante,  basta inserire una scheda qualsiasi e viene vista come una unità usb storage (sda*).

Bluetooth è anch'esso supportato e funzionante, io ho usato bluez, far riferimento al sito, consiglio di usare i sorgenti, con i vari binari trovati in rete ho avuto qualche problema. Riporto gli script usati/modificati:

/etc/bluetooth/hcid.conf
#
# HCI daemon configuration file.
#
# $Id: hcid.conf,v 1.3 2002/07/18 18:12:46 maxk Exp $
#

# HCId options
options {
    # Automatically initialize new devices
    autoinit yes;

    # Security Manager mode
    #   none - Security manager disabled
    #   auto - Use local PIN for incoming connections
    #   user - Always ask user for a PIN
    #
    security auto;

    # Pairing mode
    #   none  - Pairing disabled
    #   multi - Allow pairing with already paired devices
    #   once  - Pair once and deny successive attempts
    pairing multi;

    # PIN helper
    pin_helper /bin/bluepin;
}

# Default settings for HCI devices
device {
    # Local device name
    #   %d - device id
    #   %h - host name
    name "Bluez (%d)";

    # Local device class
    class 0x100;

    # Default packet type
    #pkt_type DH1,DM1,HV1;

    # Inquiry and Page scan
    iscan enable; pscan enable;

    # Default link mode
    #   none   - no specific policy
    #   accept - always accept incoming connections
    #   master - become master on incoming connections,
    #            deny role switch on outgoing connections
    #
    lm accept,master;
    #
    lm accept;

    # Default link policy
    #   none    - no specific policy
    #   rswitch - allow role switch
    #   hold    - allow hold mode
    #   sniff   - allow sniff mode
    #   park    - allow park mode
    #
    #lp hold,sniff;
    #
    lp hold,sniff,park;

    # Authentication and Encryption
    #auth enable;
    #encrypt enable;
}


/etc/bluetooth/rfcomm.conf
#
# RFCOMM configuration file.
#
# $Id: rfcomm.conf,v 1.1 2002/10/07 05:58:18 maxk Exp $
#

rfcomm0 {
    # Automatically bind the device at startup
    bind yes;

    # Bluetooth address of the device
    device 00:00:00:00:00:00;

    # RFCOMM channel for the connection
    channel    1;

    # Description of the connection
    comment "T610";

/etc/bluetooth/bluepin
#!/bin/bash
echo "PIN:0000"

In genere non dovrebbe servire altro, eccetto che per effettuare connessioni GPRS o per usare S.W. come tsemgr è necessario eseguire il comando:
rfcomm connect rfcomm0 00:00:00:00:00:00
E' l'indirizzo fisico del cellulare.


Lo slot PCMCIA è funzionante, l'ho provato con una scheda WIFI Netgear e con una LAN a 16bit D-Link.

ACPI funziona correttamente.

Il microfono integrato funziona

Non testato

Firewire

S-video

Sospensione

Problemi da risolvere

Il modem col kernel 2.4.* funziona perfettamente, col 2.6.13 l'ho fatto funzionare con la versione slmodem-2.9.11-20051101.tar.gz, ma già col kernel 2.6.14.* non funziona più, dà errore nel caricare il modulo. Ma anche con questa versione ho avuto alcuni problemi, un paio di volte mi  ha bloccato il pc, ma dopo un pò mi si è sbloccato, al rilascio di pppd, ultimamente questo problema non si è piu' verificato.

Kernel 2.6

Sono passato quasi definitivamente al kernel 2.6.13, vantaggi in termini di prestazione non ne ho notati, ma posso usare la scheda wifi ipw2200 con i drivers per Linux, senza dover usare ndiswrapper, che comunque sul 2.4 andavano bene. E quanto prima tenterò di far funzionare la sospensione.

Dettagli e alcuni file di configurazione:

lshw

lspci

lsusb

lsmod

xorg.conf

.XHkeys

Altre risorse

Sito del produttore:
http://www.cdc.it


Altri possessori di CDC603*
http://www.internet-milano.it/antonio/cdc6034dw/cdc6034.htm

http://www.lilix.altervista.org/cdc6036_1.html


http://www.urbo.altervista.org/it/cdc6032dw/cdc6032dw_ubuntu.php


manuale

Foto

Fluxbox + RoxFiler + xtdesktop + Conky + gkrellm; Carino no! :-)







Ultima modifica: 10.Febbraio.2006